5 novembre 2011

Ma voi ce l'avete un'alzatina?

  

Il punto è che se si possiede un'alzatina si è un po' più felici. Si entra in casa e la si vede lì, tronfia, bianca, su un mobile bianco, accanto a un muro bianco. E' una bella visione, rilassante, che da sicurezza. Lei sta lì, è bella anche se è vuota, lei sta bene sempre.

Voi penserete che sono esagerata. Ovviamente sì, certo che esagero! Purtroppo non è un'alzatina che può donare la felicità, ma rappresenta per me quello che per una bambina può fare un giocattolo nuovo. Questa alzatina è il mio giocattolo. Un regalo meraviglioso, che le mie care amiche, che mi conoscono bene, hanno pensato con affetto di regalarmi. 
E' un regaolo che mi diverte molto. Un giocattolo che adoro riempire di cose dolci e non dolci. 

E cosa c'è di meglio di una soffice e profumata torta di mele? 
E' autunno, ci sono mele dappertutto, fa freddo e accendere il forno è meraviglioso. E soprattutto, volete mettere il profumo di torta che avvolge tutta la casa? 

Vi ho fatto venire voglia? 

Se la risposta è affermativa... procuratevi un autunno, della pioggia, una casa, un forno e questi ingredienti: 

2 mele golden grattuggiate o tagliate con la mandolina in fettine sottili
succo di mezzo limone 
120 grammi di burro 
120 grammi dii zucchero 
240 grammi di farina (io ho usato quella di farro oppure kamut, anche integrale!)
2 uova (allevate all'aperto, mi raccomando!)
1 bustina di lievito per dolci 
1 pizzico di sale 
cannella in polvere (opzionale)

e procedete in questo modo: 

mescolate il succo del limone alle mele (io le preferisco tagliate a fettine sottili) e lasciatele riposare in frigo. 
Nel frattempo, se avete un mixer potete semplicemente "gettare" tutti gli ingredienti in ordine più o meno sparso nel recipiente. Io di solito mescolo prima lo zucchero alle uova, poi aggiungo la farina e in seguito il burro già ammorbidito in precedenza, il pizzico di sale e solamente alla fine, la polvere lievitante. Altrimenti fate lo stesso in un recipiente dai bordi molto alti e mescolate il tutto, sempre con lo stesso ordine, se volete, aiutandovi con un frustino. 

Otterrete un impasto piuttosto colloso, ma non spaventatevi, è tutto normale! 

Prendete il vostro stampo per torte, io ne uso uno di diametro un po' più piccolo di quelli che si utilizzano di solito. Mi piace di più perchè la torta viene più alta e soprattutto perchè così entra perfettamente nella mia alzatina (scusate sono fissata)!
Ricopritelo per bene con del burro e poi con un po' di farina. 

Stendete solo una parte dell'impasto in modo da formare una piccola base e iniziate a disporre quasi metà delle mele che avevate lasciato riposare in frigo assieme al succo di limone. Dopodichè aggiungete ancora l'impasto e poi ancora mele e poi ancora impasto, finchè non è tutto finito. 

Se volete usare le dita per mescolare meglio le mele all'impasto... fatelo! Così poi potete leccarvi le dita (l'ho sempre adorato)!

A me piace affondare i miei dentoni nella torta e sentire il morbido delle mele dappertutto. Impasto mele, impasto mele, impasto mele, impasto mele. 

Quando avete finito tutto questo mescolamento, spolverate la torta con della cannella, se vi piace, altrimenti, mettetela direttamente nel forno. 

E siccome non basta mettere una torta in forno per cuocere una torta, seguite attentamente queste preziose istruzioni:

preriscaldate il forno a 200° (no ventilato, mi raccomando!)
infornate la torta abbassando la temperatura a 150° per mezz'ora
alzate nuovamente a 170° per altri 15 minuti 
e terminate la cottura con il forno a 200° per gli ultimi 15 minuti.

Così facendo, otterrete una torta molto morbida e gustosa, quindi, per evitare di azzannare dei bocconi secchi e fastidiosi, state attenti agli accorgimenti di cottura che vi ho suggerito e diffidate se quando spegnete il forno la torta sembra poco cotta. Non è vero, il segreto è proprio non cuocerla troppo. Eventualmente fate il test dello stecchino se non siete sicuri! 
Avete già acceso il forno? 

Buona merenda!


2 commenti:

  1. Credimi, fa lo stesso effetto anche a me. Quando rientro da lavoro e la trovo lì, sul tavolo, mi rende felice...soprattutto quando dentro c'è una tortina, un plumacake... ;) non sei matta, oppure, siamo in due ad essere matte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me i matti piacciono moltissimo ;)

      Elimina

Lasciate un messaggio e sarò felice